Blue Flower

×

Errore

There was a problem loading image 15400503_10211703379729630_912335549339807783_n.jpg?oh=ae652f43a75ff33094a2a5e2a0e380b6&oe=58F4DAB9 in mod_featcats

5 consigli per imparare a suonare la chitarra come un
professionista!

Ciao,
oggi vorrei condividere con te 5 consigli pratici per imparare a suonare la chitarra.
Primo consiglio: è meglio suonare molto lentamente e in modo corretto piuttosto che suonare veloce
e male.
Quando si comincia a suonare la chitarra, di solito si è spinti dalla passione e si ha la tendenza a
voler andare “più veloci della musica” volendo suonare i brani preferiti fin dall'inizio
dell'apprendimento, prima ancora di avere una buona base.
Per poter suonare bene bisogna prendere il tempo di imparare correttamente: infatti prendere il
tempo di fare gli esercizi con costanza e in modo cosciente permetterà di evitare di prendere delle
cattive abitudini.
Ad esempio, per imparare a suonare una concatenazione di accordi:
– assicurarsi che le dita siano ben posizionate su ogni corda per suonare l'accordo desiderato
– è bene imparare ogni accordo separatamente fino ad essere perfettamente sicuri dell'accordo
in questione
– solo alla fine ci si può esercitare a suonare più accordi consecutivi
A questo punto ci si eserciterà a suonare a ritmo usando un metronomo.
Secondo consiglio: la regolarità premia nel tempo.
Imparare è un'attività arricchente ma può anche diventare fastidiosa.
È meglio organizzare il proprio tempo di apprendimento per assimilare meglio le conoscenze, anche
con la chitarra, soprattutto all'inizio, quando le dita non sono ancora abituate.
Per questo è meglio dedicarsi allo strumento almeno un quarto d'ora al giorno piuttosto che due ore
una volta al mese. Se poi, nel corso del tempo, si riesce ad allungare il tempo di studio è
sicuramente meglio perché più … profittevole.
Suonare la chitarra ogni giorno sicuramente migliora l'abilità e l'agilità delle dita, soprattutto se si
fanno esercizi per sciogliere e allargare le dita.
Terzo consiglio: sapere imparare dagli altri.
Questo consiglio può sembrare ovvio e logico, ma quando si comincia a suonare la chitarra non si
conosce tutto.
A volte, imparando da soli, si possono prendere cattive abitudini.
Quindi meglio esporsi alle “critiche” di chitarristi con esperienza per correggere queste cattive
abitudini o non prenderle per progredire più velocemente.
Quarto consiglio: strutturare il proprio studio.
All'inizio ci si chiederà sicuramente che cosa imparare e come progredire: è sicuramente utile avere
un metodo che funziona e ben strutturato, in modo da imparare e progredire continuamente ed in
modo efficace.
Per fare questo si può:


 

– prendere delle lezioni di chitarra con un maestro: il vantaggio di questa scelta è che si ha a
“disposizione” un professionista che può correggerci e darci il suo parere sul nostro
apprendimento
– imparare da autodidatta seguendo un metodo completo per imparare a suonare la chitarra.
Esistono numerosi libri, DVD o corsi su internet fatti appositamente per questo scopo. Il
vantaggio, in questo caso, è che normalmente questi metodi sono fatti per imparare secondo
il proprio ritmo di apprendimento e il proprio tempo; inoltre sono generalmente più
economici che un maestro di chitarra :-)
Quinto consiglio: approfittare delle nuove tecnologie senza “disperdersi”.
Una passione prende del tempo e la passione per la chitarra ne può prendere molto.
Se si vuole progredire veramente, allora conviene passare più tempo a contatto con la chitarra e
meno su internet alla ricerca di chissà quale consiglio per imparare meglio!
Certo … per “nutrire” la propria passione per la chitarra si cercano informazioni su forum,
guardando video o leggendo blog (come ad esempio http://www.suonolachitarra.it): tutto questo è
utile e, forse, necessario. L'importante è che il tempo speso su internet non freni la progressione con
lo strumento e, ahimé, la passione.
Quindi: liberarsi di tutti gli impegni “inutili” per prendere del tempo ad imparare correttamente a
suonare la chitarra, seguendo il metodo prescelto :-)
(Articolo scritto da Barbara Polacchi – http://www.suonolachitarra.it)