Blue Flower

IMPELLICCIATURA E SBATTENTATURA

Questa fase consiste nella stuccatura del legno e la preparazione della cassa per il rivestimento per mezzo di celluloide di vari colori. Questa operazione viene detta “Impellicciatura”.

Durante l’essiccazione della celluloide (1 o 2 settimane) vengono preparate le soniere, parte fondamentale della fisarmonica, su cui verranno montate le voci, che permettono allo strumento di produrre il suono. Raggiunta l’essiccazione della celluloide avviene la carteggiatura per mezzo di carta abrasiva dopo di che si passa alla lucidatura con spazzole rotanti.

 

 

Successivamente si procede alla fase di sbattentatura, ossia l’apertura di asole per incastrare gli accessori dello strumento.

 COSTRUZIONE DEL MANTICE

Costruire una Fisarmonica, i materiali e la scocca 

(Articolo a cura della Ditta Teknofisa di Vercelli)

La fisarmonica è uno strumento musicale aerofono a mantice; è stato per lunghi anni uno strumento folcloristico legato alla tradizione della danza popolare.

La fisarmonica ha due bottoniere: una corrispondente alla mano sinistra ed è usata per l'accompagnamento che fa suonare i bassi e gli accordi maggiori, minori, settima e diminuita, l'altra corrispondente alla mano destra (fisarmonica cromatica). Esistono anche fisarmoniche dove la mano destra suona su una tastiera simile a quella del pianoforte (fisarmonica a piano). Esiste una variante della fisarmonica a bottoni, la fisarmonica "diatonica", identica nell'aspetto a quella cromatica, ma che differisce per il funzionamento: nella cromatica un bottone produce la stessa nota indipendentemente dal verso del mantice (ossia apertura o chiusura), mentre nella diatonica lo stesso bottone produce due note diverse a seconda del verso del mantice (una nota aprendo ed una nota chiudendo).

 

Il cuore della fisarmonica è il mantice, che viene azionato dall'esecutore per immettere l'aria necessaria a far vibrare le ance. Le ance sono piccole lame d'acciaio intonate, controllate da valvole collegate ai tasti, che vibrando producono il suono; esse sono montate su appositi supporti di legno dette soniere o scalette.

Le fisarmoniche si possono suddividere ulteriormente in "Standard" e "Bassi sciolti" (sia cromatica che a piano) in base al funzionamento della bottoniera della mano sinistra: nelle prime, come già detto sopra, la mano sinistra esegue l'accompagnamento (bassi e accordi), mentre nelle "bassi sciolti" è presente un convertitore che mediante un

In questo Articolo suggerito da Giacomo, ecco alcuni punti d'attenzione quando si decide di acquistare una fisarmonica

Innanzitutto, bisogna distinguere un acquisto di uno strumento nuovo o usato, perchè dovremmo affrontare problemi diversi in base alla nostra scelta. Il primo consiglio che mi sento di darvi, e' che se vi state accingendo allo studio della fisarmonica, o se state facendo un acquisto per vostro figlio che si vuole avvicinare a questo meraviglioso strumento, è inutile e altrettanto eroico spendere 5000 euro per la super fisarmonica.Questo per diverse ragioni, prima di tutto, potrebbe essere che sia un fuoco di paglia, e che la passione si spenga alle prime difficolta', è inutile nascondere, che lo studio di uno strumento musicale è duro e non è certo una passeggiata.

Uno degli accessori amati e odiati dai fisarmonicisti è sicuramente il supporto.Spesso i fisarmonicisti sono un po' riluttanti al suo utilizzo, per diverse ragioni, la piu' importante è che giustamente viene a mancare quel contatto fisico tra lo strumento e il fisarmonicista.In alcuni casi molti ritengono il fatto di stare in una posizione fissa ed immobile sia anche una grande limitazione, ed in effetti non sono motivi da sottovalutare. Ma sull'utilizzo del supporto possiamo trovare anche dei vantaggi: